mardi 15 novembre 2011

U tistamentu di Dick Silver (9, 10 / 10)

Una nuvella di
Jean-Yves Acquaviva

IX


Una furesta di u Northumberland, u 7 di maghju di u 1972, un'ora di u dopu miziornu.

Fox Youngsand aspittò qualchì minutu nanzu d'avvicinà si di u tafone. Ciò ch'ellu vinia di sente è vede senza mancu riasgisce l'avia datu u tremulu, li ci vulia à richjarà si u spiritu. Accugliendu tuttu u curagiu ch'ellu sapia, fece i qualchì passu chì avianu da svultulà a so esistenza. Ùn ricunniscì micca subitu l'omu chì i pulizzeri circavanu, prima ùn vide cà una salma inerta cuparta d'un catastu di petre. Senza pinsà ch'ellu s'avessi da intrappulà anch'ellu, si lampò in u tafone. Sgaggiò pianu pianu e petre chì piattavanu u visu di a vittima, ebbe un muvimentu di ritiru scuprendu a faccia scunfitta da e panculate. Ma dubitu ùn ci n'era, era bè Dick Silver, u strippadore di u Northumberland, quellu chì spavintava a ghjente di quì è ghjucava à a risa à Scotland Yard. Paura ùn ne facia più, era solu u so sguardu à parè esse sempre vivu, un sguardu neru, fissu, colmu d'odiu è di gattivera.

Sintendu u rimore di "l'armadà" chì vultava, Fox risintì dui sintimi un pocu cuntrarii, avia da pudè sorte si di 'ssu tafone ma li si paria di passà à cantu à qualcosa. Caccendu torna una pochi di petre, s'arvidì chì u bracciu mancu di Dick era stinzatu, chì a so manu paria di circà à chjappà qualcosa. Infribbatu, principiò à ritirà e petre di u scornu ch'ellu paria insignà Dick di u so ultimu gestu. À tempu ch'ellu cacciava u saccu rossu, bruttu è inciacciatu, Fox sintì cullà in ellu a panica, senza sapè veramente perchè. E voce s'avvicinavanu, u cumbugliu criscia in u capu di Fox, à l'orlu di u svene aprì u saccu è ùn pobbe ritene un mughju.

L'ispettore Matt Matthews, u rispunsevule di l'inchiesta, porse una manu à Fox è u tirò fora di u fossu. Li passò un bellu savone stupendu li in faccia ogni ghjastemma ch'ellu sapia. Asciuvendu si a fronte, Fox si ritirò à pena per lascià a piazza à i sperti di Scotland Yard. Ognunu si facia una teuria per spiecà a fine di l'assassinu è tutti si vidianu digià in u giurnale u lindumane.
Più nimu ùn vardava à Fox Youngsand è nimu ùn lu vide alluntanà si piattendu sottu à u so mantellu u saccu rossu.


X


Circondu di London u 21 di farraghju di u 1990, un'ora dopu miziornu.

U primu à lampà si nant'à u saccu fù Steven è avà, mentre ch'ellu rindia e so trippe in un scornu di a pezza, Mark si calava per scopre ancu ellu u misteru. Stava in dinochji senza parlà, si lasciava annigà da u ricordu di 'ssa ghjurnataccia, invade da 'ssa culpabilità chì li rudia a cuscenza dapoi tandu. Si vultò ver'di Bernie cum'è per chere una spiicazione. Quella, s'era messa torna à pusà, avia cruciatu l'anche è s'era accesu una sigaretta. I sfidava à tutti è tutti da l'altu di u so sdegnu è di a so certezza. Lighjendu in i so ochji, Mark avia capitu ch'ella sapia digià per u saccu, ch'ella avia dicisu, quellu ghjornu, chì tuttu ciò chì era cascatu in u tafone ci avia da stà, mostri cum'è nucenti. A voglia di strangulà la li vense, a brama di piglia la per u collu è strigne à sin'à vede smarisce 'ssu surrisu scrianzatu chì a rindia ancu più bella ma u facia scimisce. S'arrizzò, fighjò à Bernie è à l'omu chì era ammutulitu, aspittendu forse ancu ellu di sente à ella pente si di a so scelta. Volse parlà, ma l'omu, chì avia ritrovu a parolla,  l'impedì dendu li l'ordine di sorte di a casa tutt'à trè.

Dopu à una pochi di passi nant'à un andatu di cote per fà u giru di a casa, si truvonu di pettu à un fossu chì s'assumigliava assai à quellu di tandu, prufondu è neru cum'è u piccatu. L'omu s'era piazzatu da l'altra parte è, cum'è s'è una spiicazione fù nicissaria, li fece u riassuntu di ciò chì avia da accade li. Steven piingnia, Mark rispirava forte è Bernie ciuttava u so sguardu in quellu di l'omu, torna a sfida, torna u ricusu di a disfatta. L'omu, persu in un discorsu pazzu, ùn vide micca à Bernie chì ricuglia una cota. Ùn avia persu nulla di a so precisione è a li sfrumbulò in bocca, l'omu mancò di cascà sottu à a viulenza di u colpu. Si ripigliò è fece per tirà nant'à Bernie, una pistulittata scuppiò è po duie, l'omu cascò in dinochji, cappiò a so pistola è si ne falò in u tafone.
Bernie fece u giru di u tafone, fendu casu à ùn sciappà si un taccu è ricosse u saccu rossu. Senza mancu dà una uchjata nentru u lampò in u fossu, ebbe un ultimu sguardu à l'omu, stupò nant'à u so baschicciu, chjappò a vanga appughjata à u muru per lampà la in pede à i dui masci è si n'andò senza mancu un sguardu per elli.

Mark turnò à mette a so pistola in a so borsa, pigliò a vanga suspirendu è disse à voce bassa : " ciò chì fala in u tafone ùn colla mai più."

Aucun commentaire:

Publier un commentaire